Taiwan, un missile anti-Cina

Il governo di Taipei potrebbe mostrare la nuova arma (in grado di colpire Shanghai) nella parata militare del 10 ottobre

Taipei - Taiwan potrebbe esibire nella parata militare del 10 ottobre il suo nuovo missile balistico terra-terra capace di raggiungere obiettivi nella Cina continentale. La notizia filtra da un portavoce del ministero degli Esteri dell’isola.
Taiwan è di fatto indipendente dal 1949 ma la Cina la ritiene parte del suo territorio e tiene un migliaio di missili puntati sull’isola. Pechino sostiene di volere la «riunificazione» pacifica ma minaccia un attacco militare in caso l’isola dichiari l’indipendenza dalla "madre-patria".
Secondo gli analisti militari, il nuovo missile taiwanese, chiamato Hsiung Feng IIE e sviluppato intermente sull’isola (uno dei colossi industriali e tecnologici della Asia), è un missile terra-terra ideato per rispondere a un eventuale attacco cinese. Lo Hsiun Feng ha una portata di mille chilometri, un raggio che comprende la metropoli costiera di Shanghai.
Ieri la notizia che il nuovo missile verrà esibito durante la parata della prossima festa nazionale, il 10 ottobre, è stata diffusa dal giornale giapponese Sankei Shimbun, che ha attribuito l’annuncio al presidente del Parlamento taiwanese, Wang Jin-pyng.