Talebani all’assalto razzi contro l’aeroporto Dieci feriti occidentali

Dieci persone sono rimaste ferite in un attacco della guerriglia afghana contro la base internazionale di Kandahar, la più importante del paese. Due razzi da 107 millimetri sono stati lanciati contro le istallazioni militari che circondano l’aeroporto della città, strategico nelle operazioni contro i talebani.
Dei due razzi soltanto uno sarebbe esploso all’interno del perimetro della base. Secondo il portavoce militare canadese, maggiore Quentin Innis, a rimanere feriti sarebbero stati 2 canadesi, 5 americani e tre contractor civili, di nazionalità non afghana. Due dei feriti, un militare canadese e uno statunitense, si trovano in condizioni gravi e ne è stato disposto il trasporto in Germania per le cure del caso. Tutti gli altri hanno riportato solo ferite leggere.
L’attacco avvenuto alle 20.30 di venerdì è l’ultimo di una lunga serie portata avanti dalla guerriglia: sette negli ultimi cinque mesi. È la prima volta, però, che ci sono stati feriti. Nella base, che ospita più di settemila tra militari e civili sono state rafforzate le misure di sicurezza interne ed esterne. Secondo fonti canadesi, il comandante delle forze talebane nel sud del paese Mullah Dadullah si sarebbe assunto telefonicamente la responsabilità dell’attacco preannunciando un’escalation di attentati.