Il talento di Sarah Jane Morris alla prova delle «cover» pop

Nella gabbia della leonessa. Chi entrerà all’Alexanderplatz da stasera a venerdì, si troverà a fare i conti con la grinta di Sarah Jane Morris. Una voce che può spaziare dal rock al soul, grazie a un’estensione di quattro ottave. La vocalist dai capelli rossi passa con disinvoltura ed eleganza dalle pagine della canzone d’autore al piacere e alla sensibilità dell’intrattenimento cool, accompagnata dalla raffinata chitarra di Dominic Miller, leggenda della sei corde (già al fianco di Peter Gabriel, Sheryl Crow, Steve Winwood, Phil Collins, solo per citarne alcuni). La coppia proporrà versioni rivisitate di celebri successi pop, da Fragile di Sting alla meno prevedibile Toxic di Britney Spears, ma anche brani inediti. Diventata famosa in Italia per aver condiviso con Riccardo Cocciante il successo sanremese Se stiamo insieme, Sarah Jane Morris era venuta alla ribalta insieme ai Communards, duettando con Jimmy Sommerville in Don’t leave me this way, successo planetario a metà degli anni ’80. Ha poi pubblicato diversi album solisti, arrivando, esattamente un anno fa, all’antologia After all these years. Un doppio album ricco di cover e grandi successi, che delinea chiaramente la versatilità della cantante britannica che dal vivo si trasforma in un’onda d’urto che le garantisce il tutto esaurito nei locali più prestigiosi del mondo. Alexanderplatz, via Ostia, 9. Informazioni e prenotazioni: 06.39742171.