Tamponamenti in autostrada: vittime e disagi

Strade a dire poco pericolose, strade di sangue. E ieri è finita con due morti sull’A/4 a causa di gravi incidenti. Il primo nella mattinata, intorno a mezzogiorno: sulla Milano-Brescia, fra Seriate e Bergamo direzione Milano, sei mezzi pesanti sono rimasti coinvolti in un tamponamento. Autostrada bloccata, forti disagi. Il tratto di carreggiata teatro del sinistro è rimasto chiuso, con relative deviazioni per il traffico, fino oltre le 14, quando la strada è stata riaperta dopo la rimozione dei mezzi coinvolti nello scontro.
Proprio mentre si stavano concludendo le operazioni sull’incidente vicino a Bergamo, un altro scontro provocava la seconda vittima. Sempre sull’A/4 a Telgate, fra i caselli di Grumello e Seriate.
Anche in questo caso, avvenuto un’ora dopo il primo, sono stati coinvolti due furgoni, tre autoarticolati e un’automobile. Quattro feriti ed un morto il bilancio. La vittima è un autista tedesco di 29 anni che, secondo una prima ricostruzione della Polstrada di Seriate, non è riuscito a frenare in tempo, arrivando dietro la fila dei mezzi in coda per il primo sinistro. Il giovane autista era alla guida di un autoarticolato che è andato a schiantarsi contro un tir fermo in coda a causa del precedente scontro. La società Autostrade tra l’altro ha dovuto bonificare il manto stradale, sul quale si è rovesciata un’ingente quantità di gasolio.