Tangenti: in cella il sindaco della Margherita

Pescara. In un’indagine della Questura di Pescara, tutt’ora in corso, sono stati arrestati il sindaco di Montesilvano, Enzo Cantagallo, esponente della Margherita; l’assessore comunale alle Finanze, Paolo di Blasio; il capo di gabinetto, Lamberto Di Pentima e il tecnico del Comune, Alfonso Di Cola. Quest’ultimo, a differenza degli altri tre già in carcere, si trova agli arresti domiciliari. L’accusa per tutti è abuso d’ufficio e corruzione. Alla base dell’illecito ci sarebbe infatti una richiesta di tangenti del 5 per cento su una serie di appalti assegnati a due costruttori, anch’essi coinvolti nell’indagine ed entrambi arrestati, uno ai domiciliari e l’altro in carcere. Ora gli inquirenti dovranno mettere in luce i particolari dell’affaire.