Tanta paura per la Vanoni Scopre i ladri in casa ma rubano solo un vestito

da Milano
Negli anni ’60, dopo una intensa interpretazione di «Ma mi», divenne famosa come «cantante della mala». E alla fine l’altra notte la «mala» l’ha toccata con mano, sotto forma di due ladri sorpresi in casa. Adesso Ornella Vanoni ci scherza sopra, «Hanno portato via solo un vestito di Ferrè, che se ne faranno poi?», ma ha già deciso di blindare la porta e cambiare sistema d’allarme. Anche perché prima di lei, a un’altra signora della canzone, Milva, era toccata una sorte peggiore: sorpresa dai banditi venne malmenata e rapinata di 70mila euro tra soldi e gioielli.
«Credo fosse l’una o poco più tardi - racconta ora la cantante - io stavo dormendo e non mi sono accorta di nulla. È stata la mia governante marocchina, Khadj, di 42 anni». Ornella Vanoni era rientrata ieri alle 18 da Roma insieme con la sua assistente Vera Bevilacqua dopo due serate, il 26 e il 27, al teatro Sistina, e si era subito ritirata nel suo ampio appartamento al sesto piano di largo Treves, in pieno centro a Milano.
Verso le due, la governante viene svegliata da alcuni rumori e, pensando sia la signora, si alza per vedere se avesse bisogno di qualcosa. Esce dalla sua camera e nella penombra vede due figure. Sono i banditi che hanno ammucchiato da un lato alcuni vestiti di sartoria e buttato sul tavolo un lenzuolo da riempire, a mo’ di sacco, con l’argenteria arraffata. «Khadj ha avuto la prontezza di spirito di chiudersi a chiave in camera e chiamare il 113 - prosegue Ornella Vanoni - così qualche minuto dopo io sono stata svegliata dalle torce elettriche degli agenti silenziosamente entrati nella mia stanza».
Con ogni probabilità i poliziotti, poi fatti entrare dalla governante, temevano che i banditi si fossero rifugiati nella camera della cantante, magari per prenderla in ostaggio. In realtà appena scoperti, da veri professionisti che rifuggono la violenza, i ladri se la sono squagliata. Un breve sopralluogo ha permesso di accertare come i banditi abbiano fatto cadere la chiave inserita nella toppa e con i loro particolari «spadini» siano riusciti a far scattare la serratura. «Che ora cambierò insieme alla porta che verrà blindata - promette Ornella Vanoni - mentre attiverò sempre l’allarme, anche quando sono in casa».
Magro il bottino del raid: mollata l’argenteria i banditi hanno inspiegabilmente portato via solo un abito di Ferrè. «Vorrei proprio sapere cosa se ne faranno» commenta ridendo la cantante che poi ricorda l’aggressione subita da Milva un paio di mesi fa. «In quell’occasione il Prefetto di Milano ha detto che s’è trattato solo di un caso sporadico. Be’, dopo quel che è capitato a me, credo dovrà rivedere le sue opinioni».