Tante le mostre visitabili nei giorni di festa, dalla fotografia alla pittura lombarda del Seicento e Settecento. La Pinacoteca di Brera chiusa domani Pasqua in città, ecco dove trovare le sorprese Il Castello e i musei civici resteranno aperti oggi, no

A Pasquetta fiori, dolci e giocattoli esposti in zona Repubblica per la Fiera dell’Angelo

Una Pasqua in compagnia di olii, tempere, bianchi e neri per chi resterà in città. Musei e raccolte civiche, infatti, sono eccezionalmente aperti oggi e domani per permettere a residenti e turisti di ammirare collezioni permanenti, mostre temporanee, bellezze cittadine.
Il tour potrebbe cominciare dai musei civici che saranno tutti aperti oggi, mentre saranno chiusi domani. Al Castello Sforzesco, nella sala delle Asse, è possibile ammirare il prezioso codice Trivulziano e la produzione libraria, manoscritta e a stampa della Milano sforzesca, mentre nella Sala Castellana sono esposti i capolavori, alcuni dei quali inediti, delle raccolte archeologiche ed etnografiche del Sud America. Rimanendo in tema, il Civico Museo Archeologico di corso Magenta 15 ospita la mostra «Attenti al cane. Storia e archeologia di un legame millenario», mentre al Museo del Risorgimento, di via Borgonuovo 23, si parla di artisti e mecenati: «La bellezza celebra il potere. Vincenzo Monti e Napoleone».
Palazzo Reale raddoppia i giorni di apertura, sia oggi che domani infatti sarà possibile visitare le tre mostre in corso. Gli scatti in bianco e nero del maestro Helmut Newton «Sex and landscape» dalle 9.30 alle 19.30, un’antologica su «Max Bill», che ripercorre in 250 opere l’attività di uno degli artisti più versatili del Bauhaus, nonché uno dei padri fondatori dell’Arte Concreta internazionale. La collezione Koelliker, invece, svela «I maestri del ’600 e ’700 lombardo».
Al Museo Diocesiano, in corso di Porta Ticinese 95, due sono le opportunità offerte a Pasqua e a Pasquetta (10-18): «Carlo e Federico. La luce dei Borromeo nella Milano spagnola» e il capolavoro di Andrea Mantegna «La sacra famiglia con sant’Elisabetta e San Giovannino». Al Pac (via Palestro 14) è di scena «Less. Strategie alternative dell’abitare», aperta solo oggi dalle 9.30 alle 19. Stesso discorso per la Pinacoteca di Brera e la Cappella espiatoria di Monza, mentre oggi e domani porte aperte per il Cenacolo Vinciano e per il Museo della Scienza e della Tecnica che organizza visite guidate alle sezioni storiche e all’interno del sommergibile Enrico Toti, spettacoli di teatro scientifico, attività ludico-educative nei laboratori interattivi che propongono 80 attività nelle due giornate (per info e prenotazioni 02-48555372).
Come ogni anno, a Pasquetta la tradizionale Fiera dell’Angelo invaderà con fiori e piante, dolciumi e giocattoli piazza della Repubblica, via Appiani, Cavalieri, Marcora, Parini e Monte Santo che rimarranno chiuse al traffico dalle 8 alle 20.
Per chi preferisse infine fare una piccola gita fuori porta, come vuole la tradizione, il Parco del Ticino organizza diverse escursioni in canoa e soft rafting anche per bambini (OndaBlu canoa 347 8298027) mentre a Pasquetta la cascina Venara a Zerbolò (Pavia) ospita la Festa dei Popoli, una visita guidata alla riserva naturale Bosco Siro Negri e un incontro (dalle 15) per bambini sui cavalli (prenotazione obbligatoria 02-84891394).