Tante le novità fiscali che entrano in casa

Nel numero scorso di gennaio il geometra Franco Garbarino aveva iniziato a spiegare le nuove agevolazioni fiscali per la casa a seguito della Finanziaria 2008. Oggi pubblichiamo la seconda parte relativa a queste informazioni.

Per chi intende effettuare interventi volti al risparmio energetico, e per chi vuole eseguire impianti per la produzione di energia elettrica e di riscaldamento usufruendo di fonti rinnovabili, sono stati prorogati i termini per la detrazione ai fini Irpef del 55% per tutti gli interventi che verranno realizzati entro il 31 dicembre 2010.
Tra questi interventi rientrano la fornitura e messa in opera di materiali ordinari, anche necessari alla realizzazione di ulteriori strutture murarie a ridosso di quelle preesistenti, miglioramento delle caratteristiche termiche delle strutture esistenti con la fornitura e posa in opera di una nuova finestra comprensiva di infisso, miglioramento delle caratteristiche termiche dei componenti vetrati esistenti, con integrazioni e sostituzioni, fornitura e posa in opera di tutte le apparecchiature termiche, meccaniche, elettriche ed elettroniche, nonché delle opere idrauliche e murarie necessarie per la realizzazione a regola d'arte di impianti solari termici organicamente collegati alle utenze, anche in integrazione con impianti di riscaldamento, smontaggio e dismissione dell'impianto di climatizzazione invernale esistente, parziale o totale, fornitura e posa in opera di tutte le apparecchiature termiche, meccaniche, elettriche ed elettroniche, delle opere idrauliche e murarie necessarie per la sostituzione, a regola d'arte, di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie (anche non a condensazione, contrariamente a quanto già vigente fino al 31 dicembre 2007).
Anche in questo caso, per poter usufruire delle agevolazioni occorre effettuare pagamenti mediante bonifici bancari, e ciascun contribuente potrà liberamente scegliere di ripartire la detrazione spettante in rate annuali di pari importo variabili da tre a dieci anni, a scelta irrevocabile da operare al momento della prima detrazione.
Entro 60 giorni dall'esecuzione dei lavori occorre trasmettere in via telematica ovvero con raccomandata all'Enea Dipartimento ambiente, cambiamenti globali e sviluppo sostenibile all'indirizzo via Anguillarese 301, 00123 Santa Maria di Galeria, Roma copia dell'attestato di «certificazione energetica» redatto da tecnico abilitato, unitamente alla scheda informativa degli interventi realizzati contenente i dati identificativi dell'immobile oggetto di ristrutturazione, del soggetto che richiede l'agevolazione ed i dati dell'impresa che ha eseguito gli interventi.
Tra le varie novità della nuova finanziaria, sia per l'installazione di finestre comprensive di infissi esterni in singoli appartamenti, nonché per pannelli solari termici a far data dal 1 gennaio 2008 non è più previsto dall'obbligo della presentazione dell'attestato energetico.
Non per ultimo, sempre nell'ambito della recente Finanziaria, è stato previsto che i Comuni, a far data dal prossimo 2009 hanno la facoltà di applicare aliquota agevolata inferiore al 4 per mille ai fini Ici alle abitazioni nelle quali sono stati installati impianti da fonte rinnovabile per la produzione di energia elettrica e/o termica.