Tante promesse, solo degrado

Caro direttore, sono tanti decenni che vado a passeggiare n corso Italia. Ho sempre sognato di poter vedere un vigile urbano, ma invano!
Come chiunque può constatare, corso Italia è proprio ridotto male. La vigilanza sarebbe più che opportuna direi obbligata.
Tante, troppe piastrelle risultano mancanti o rotte. Le deiezioni dei cani sono uno scandalo. Le panchine sono sporche in modo indecente.
Il Comune ci aveva promesso una task force di vigili per multare chi non avesse provveduto a rimuovere le deiezioni canine, ma come al solito le promesse sono rimaste tali. Faccio presente che secondo il codice stradale, non si dovrebbe permettere neppure di percorrere la passeggiata, a biciclette, pattini e quant’altro onde salvare non solo la piastrellatura ma anche l’integrità delle persone e specialmente dei bambini.
Altra vergogna sono le ringhiere!
Possibile che al Comune non si sappia che sui tubi zincati non si può applicare alcuna pittura senza prima applicare il prodotto di fondo prescritto? Il risultato è visibile a tutti. Vergogna!
Poi c’è il triste spettacolo delle palme che fanno tanta pena! Sono tristi e sembra che chiedano «Perché ci avete messo in queste condizioni!»
Sarebbe interessante sapere quanto sono costate, chi le ha messe in quel modo e se qualcuno ha pagato per questo disastro.
Spero che qualche solone del Comune si occupi di quanto esposto, anche se ho i miei seri dubbi!