Tanti abiti per Micra: sportivo, grintoso e «open»

Franco Dotti

Il 2005, per Nissan Micra, si chiude in 22 secondi, tanti quanti quelli necessari per aprire e richiudere la capote dell’ultima nata della famiglia, la C+C, agile e intrigante coupé-cabriolet, che ci permette di godere dei raggi del sole, grazie al tetto/capote in cristallo, anche quando fuori il termometro scende sotto lo zero. A tre anni dal lancio della sua seconda generazione (e a quasi tredici dalla prima, quando la piccola di casa Nissan venne eletta «Car of the Year 1993»), Micra ha vissuto un 2005 molto intenso, a cominciare dal restyling mirato a esaltare i tratti più simpatici di quelle forme che continuano a ricordarci Snoopy, il cane di Charlie Brown, con un frontale che nello scudo paraurti accresce il «family feeling» Nissan del modello, abbinato all’introduzione di nuove accattivanti tinte per la carrozzeria, come il Blue Naive e il Café Latte bicolore, nomi intriganti, davvero trendy, per distinguersi senza ombra di dubbio (e Micra è fatta anche per questo, senza però alcun eccesso).
Per i guidatori sportivi più esigenti si è poi aggiunta, nel corso dell’anno, l’esclusiva versione 160SR, equipaggiata del propulsore millesei, a benzina, 16 valvole per cilindro, doppio albero a camme, che sviluppa una potenza massima di 110 cv. Così equipaggiata, Nissan Micra 160SR si pone al vertice della categoria delle «piccole cattive», con una velocità massima di 183 orari e un’accelerazione 0-100 in soli 9,8 secondi. Impressiona, di fronte a queste prestazioni, il dato relativo al consumo medio, che è di appena 6,6 litri di benzina ogni 100 km. L’autentica star rimane comunque la C+C, con quel suo tettuccio «C-View», un’esclusiva di Nissan realizzata dalla tedesca Karmann (azienda che non ha concorrenti in queste realizzazioni, molto più di una griffe grazie al patrimonio tecnico di cui è custode), che i primi acquirenti non vedono l’ora di mettere alla prova non appena il sole tornerà a scaldarci. Anche i motori, entrambi a benzina, di cui Micra C+C può essere equipaggiata, solleticano questi desideri, sia il 1.6 da 88 cv, sia, e ancor di più, quello da 110 cv, proposte a 16.300 e 18.750 euro.