Tanti attori per Italease

L’ex ad di Italease ieri era in Consob, ma la sua parabola sembra ormai chiusa. Più interssante capire dove si fermerà il contagio. I rischi maggiori li corre Bpvn, la banca veronese che si è recentemente sposata con la Popolare di Lodi, strapagandola. Il suo numero uno, Innocenzi, in una conference call ha ostentato sicurezza. E a precise domande sul suo coinvolgimento (in particolare dall’hedge Egerton) ha alzato le spalle. Eppure Innocenzi era vicepresidente e nel comitato esecutivo di Italease, di cui ha il 30%. Il mercato si chiede se le sue previsioni di utili per azione su Bpvn possano essere confermate anche con un probabile aumento di capitale di Italease sotto i 20 euro. Anche il suo maestro Profumo nel 2004 sbagliò in peggio di 600 milioni le previsioni di utile. Nessuno lo condanna. Ma la presa di distanza di Innocenzi da Faenza è parsa al mercato un po’ tardiva, per continuare a fidarsi delle sue ottimistiche previsioni come nel passato.\