Tanti figli e troppe sedute L’ira delle mamme del Pd

Quote rosa, pari opportunità. Belli slogan da campagna elettorale, ma dopo neanche cinque mesi in consiglio comunale le donne del Pd milanese chiedono una tregua. Succede nella Milano di Pisapia. «Basta sedute a oltranza» e «orari più concilianti» per le mamme, che oggi «fanno fatica a occuparsi della famiglia». A chiedere una modifica del regolamento di organizzazione e funzionamento del consiglio ieri a Palazzo Marino sono state Marilisa D’Amico e Marianna De Censi, sette figli in tutto: «Non ne facciamo una questione di genere ma in questi mesi di lavoro non è stata tutelata la funzione genitoriale». Il Pdl, che non ha dimenticato le notti in aula per l’ostruzionismo del Pd, non farà sconti. A nessuna.