Dopo tanti scioperi nel 2007 la teoria diventerà realtà

Carissime e carissimi, nel 2007, insieme ai giornalisti della carta stampata e del sistema «radio- televisivo», già da mesi in lotta sindacale, «entrano» in «agitazione» contrattuale queste categorie:
Metalmeccanici N° 1.700.000 lavoratori. Statali N° 3.500.000 Commercio N° 1.500.000 Alimentaristi N° 500.000 Bancari N° 330.000 Telecomunicazioni N° 120.000 Panificatori N° 20.000 Alitalia N° 12.000 Poligrafici N° 10.000
Totale lavoratori dipendenti... 7.262.000. Questi operai, impiegati e tecnici, mentre lotteranno contro i padroni ed il Governo per conquistarsi il relativo Contratto Nazionale di Lavoro, dovranno andare anche a votare per il rinnovo delle amministrazioni Locali (circa 1.000 tra Comuni e Province). Certamente voteranno per dei programmi governativi, locali e nazionali, consoni ed omogenei ai propri bisogni. Pertanto chi ha più intelligenza ed intuito politico l'adoperi senza se e senza ma...! La prova della «lotta di classe» e del relativo «odio» tra le classi avrà modo di verificarsi e misurarsi, al di là delle parole, nel concreto, in ore di sciopero: tutto a livello di massa.