Tanti soldi possono fare un Genoa ancora più forte

Il parziale mal funzionamento del riscaldamento nella scuola Majorana in via Allende ha creato un caso curioso nel piccolo mondo della pallacanestro ligure. Infatti, da fine novembre a metà dicembre la scuola e le attività sportive sono rimaste in alcuni tratti della giornata senza calore. Scorrendo i provvedimenti disciplinari sul sito Federazione Italiana Pallacanestro inerente alle società sportive che fanno attività nella palestra di Molassana si può scoprire che c'è un arbitro molto più freddoloso degli altri. Un direttore di gara nelle due partite che ha arbitrato nel «freezer» di via Allende è riuscito a far multare le società Vis Genova di serie C2 e Pontecarrega di serie D per 200 euro poiché padrone di casa. «Mancato funzionamento del riscaldamento nella palestra e spogliatoi» recitano i due referti arbitrali con stessa firma del primo arbitro. Il dato interessante è che nella struttura in quel periodo di disagio sono state giocate molte altre partite tra campionati giovanili e Promozione ma nessun altro fischietto si è accanito in quel modo per la temperatura rigida di questo inverno. I tempi tecnici per aggiustare il guasto sono così costati ben più cari, i ragazzi dell'istituto Majorana che ogni giorno frequentano in massa la scuola e il centinaio di atleti che settimanalmente si allenano sono stati sicuramente più tolleranti dell'arbitro al quale si consiglia sempre maglia delle pelle sotto la divisa grigia e una terra più calda dove arbitrare una partita di pallacanestro.