Dalla Tanzania dieci anni di «Emozioni»

Oltre una trentina di scatti dal Paese africano

Scene di vita dell’Africa orientale: il mercato, la scuola, gli animali liberi nel loro habitat e soprattutto i volti sorridenti degli abitanti più piccoli. Sono oltre 30 le foto che raccontano la quotidianità della Tanzania, scatti che animano la mostra «Emozioni. Dieci anni in Tanzania», allestita in via Montanara, fino all’8 giugno.
La prima cosa che salta agli occhi sono i colori accesi che si susseguono in ogni clic: il verde della natura incontaminata, il rosso degli abiti, il nero scintillante degli sguardi dei bambini. Ma ciò che rende veramente speciali queste foto sono gli artisti che le hanno scattate; non si tratta, infatti, di fotografi professionisti ma di volontari dell’associazione «Karibuni» che da molti anni lavorano per sostenere economicamente e provvedere alla scolarizzazione di tantissimi bambini ospiti degli orfanotrofi del Paese. L’idea di questi «fotografi per caso» è di raccontare attraverso gli scatti l’attività di volontariato che da 10 anni portano avanti nel sud del mondo, trasmettere le emozioni che ogni volta provano ritornando in questa parte d’Africa ancora incontaminata, convinti della necessità di portare in questo Paese multiculturale cibo scuole e ospedali ma altrettanto consapevoli di ricevere tanto in cambio, in termini umani, dalla gioia di vivere di questi bambini, dai loro sorrisi e dal desiderio di contatto fisico che manifestano a ogni incontro negli orfanotrofi. E da qui anche il titolo dell’esposizione, «Emozioni», che racchiude l’insieme dei sentimenti di gioia, di rabbia, di tristezza, di compassione e di amore che si legge in ogni scatto.
La location dove è allestita la mostra, la sala Santa Rita, nel cuore della capitale, è particolarmente attenta ai temi del Sud del mondo e ogni anno, almeno una volta, ospita una mostra dedicata all’Africa. Questa con protagonista la Tanzania, resterà aperta al pubblico dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 18. Ingresso gratuito.