Tanzi, il processo rimane a Milano

Non andrà né a Parma né a Brescia il processo per aggiotaggio a carico di Calisto Tanzi e di altre 20 persone: il processo resta a Milano. Lo hanno deciso i giudici di Milano che hanno letto una lunghissima e articolata ordinanza con cui rigettano le eccezioni di incompetenza territoriale, per connessione e funzionale. Secondo i giudici le condotte illecite relative all'aggiotaggio informativo e manipolativo, essendo Milano sede di Parmalat Finanziaria e della Borsa, non possono essersi concretizzate che a Milano. Rigettata anche l'eccezione di incompetenza per connessione. Secondo i giudici non si può mandare il processo di Milano a Parma dove c'è l'inchiesta per associazione per delinquere finalizzata alla bancarotta, perché i due procedimenti si trovano in grado diverso.