Tappa In prima linea, ricordando Titta

Mentre la fuga giusta porta al successo Capecchi, nel quartier tappa di San Pellegrino si rinnova il toccante momento del Premio Pasinetti. Gli amici dell'indimenticato Titta, firma prestigiosa del "Giornale" fino al 2003, quando un male incurabile se l'è portato via a soli 51 anni, hanno consegnato anche stavolta una targa "a un personaggio del Giro che non sta in prima fila, ma in prima linea", cioè oscuro ma prezioso. Il premiato di questa edizione è Stefano Diciatteo, responsabile di tutti i comunicati ufficiali, da anni nello staff rosa e a suo tempo amico dello stesso Titta. A consegnare il riconoscimento la valorosa mamma di Titta, signora Teresa, 96 anni portati benissimo.
Ordine d’arrivo 18ª tappa (Morbegno-San Pellegrino 151 km): 1. Capecchi (Ita) in 3.20’38’’, 2. Pinotti (Ita) st, 3. Seeldrayers (Bel), 4. Brambilla (Ita) a 1’20’’.
Classifica generale: 1. Contador (Spa) in 71.45’09’’, 2. Scarponi (Ita) a 4’58’’, 3. Nibali (Ita) a 5’45’’, 4. Gadret (Fra) a 7’35’’, 5. Sivtsov (Bie) a 9’12’’, 6. Rujano (Col) a 9’18’’.