Le tappe

È passato un anno da quando Giovanna Reggiani, moglie dell’ammiraglio Giovanni Gumiero, venne aggredita poco fuori la stazione ferroviaria di Tor di Quinto. Era appena scesa dal treno che la stava riportando a casa dopo un pomeriggio di shopping in centro. Fu la romena Emilia Neamtu a dare l’allarme fermando un autobus dopo aver visto il connazionale Romulus Mailat gettare in un fossato il corpo di una donna. Fu sempre lei ad indicare alla polizia accorsa sul posto la capanna di Mailat. Lì il giovane venne rintracciato e arrestato. Aveva il volto ancora sporco di sangue. La borsa della vittima era sparita, prima di essere arrestato il romeno l’aveva passata al suocero. La refurtiva ricomparve in Romania, dove alcuni familiari dell’imputato se l’erano spartita. Mailat è accusato di omicidio volontario, rapina e violenza sessuale, ma il suo avvocato, Piero Piccinini, è certo di poter dimostrare la sua innocenza.