Il Tar dà ragione a Sgarbi: «Torno assessore»

Reintegrato. Il Tar della Lombardia ha deciso e ha dato ragione a Vittorio Sgarbi che aveva presentato ricorso contro la decisione del sindaco Letizia Moratti di revocargli la nomina di assessore. Secondo il tribunale amministrativo, il provvedimento del Comune presentava un difetto di comunicazione: il sindaco avrebbe dovuto precisare i motivi della decisione e non limitarsi a un, peraltro eloquente, «la mia fiducia nei confronti di Sgarbi è venuta meno». Un licenziamento in tronco servito all’assessore nel giorno del suo compleanno, l’8 maggio scorso. Ora si profilano due possibilità: la Moratti potrà ricorrere a sua volta al Consiglio di Stato. Diversamente dovrà reintegrare Sgarbi che nel frattempo, da Salemi, la cittadina di cui è neo sindaco, fa sapere di voler tornare subito a fare l’assessore, pur non volendo deludere i suoi elettori. Il ritorno di Sgarbi in città è previsto per venerdì, quando parteciperà alla giunta.