Il Tar della Lombardia: infondato il ricorso dei radicali contro Formigoni

Respinti due dei tre ricorsi presentati dai radicali in cui veniva chiesto di far decadere tutti i consiglieri regionali
eletti nel marzo scorso e di annullare il provvedimento che aveva ammesso alla voto la lista "Per la
Lombardia" di Roberto Formigoni

Il Tar della Lombardia ha respinto due dei tre ricorsi presentati dai radicali cui veniva chiesto di far decadere tutti i consiglieri regionali lombardi eletti nel marzo scorso e di annullare il provvedimento che aveva ammesso alla tornata elettorale la lista ’Per la Lombardià di Roberto Formigoni. Il ricorso è stato dichiarato dai giudici della quarta sezione del Tar «infondato». Su un terzo ricorso, proposto da Marco Cappato, anch’egli esponente dei radicali, e con un contenuto analogo a quello dei primi due, il Tar ha ordinato di «integrare il contraddittorio anche a mezzo di pubblici proclami». In sostanza, nei prossimi giorni, il ricorso dovrà essere notificato a due consiglieri regionali (Chiara Cremonesi e Franco Mirabelli) ai quali, in un primo momento non era stato notificato. Soltanto dopo il Tar si pronuncerà nel merito.