Taranto: bocciato, 17enne si suicida

Ieri a Taranto due ragazzi si sono lanciati dai loro appartamenti nel tentativo di suicidarsi. Il più giovane, 17 anni, è morto oggi nel reparto di rianimazione. L'altro, 25, è in gravi condizioni

Taranto - E' morto oggi nel reparto di rianimazione dell'ospedale Santissima Annunziata di Taranto, dove era ricoverato da ieri, un ragazzo di 17 anni che si è gettato fuori dal proprio appartamento. Pare che il ragazzo abbia maturato la scelta di farla finita dopo aver scoperto di essere stato bocciato a scuola.

La bocciatura Frequentava il liceo Aristosseno di Taranto e sembra che avesse preso molto male la notizia della sua non ammissione all'anno successivo. Da qui la decisione di lanciarsi da una delle finestre dell'appartamento in cui viveva con la famiglia, al terzo piano di una palazzina in via IV novembre, nel quartiere Paolo VI. Ai soccorritori le condizioni del ragazzo sono apparse subito molto gravi. Sull'episodio restano molti dubbi ed è stata aperta un'inchiesta 

Tentato suicidio Sempre a Taranto ieri, un altro ragazzo ha tentato, senza riuscirci, di togliersi la vita. Si tratta di un 25enne che si è lanciato dal balcone del suo appartamento, al terzo piano di via Marco Pacuvio, quartiere Tre Carrare-Solito. Sul posto sono intervenuti gli agenti della sezione Volanti e i medici del 118. Il ragazzo, sottoposto ad intervento chirurgico, è ancora ricoverato in sala rianimazione. Ancora ignote le ragioni del gesto disperato.