Una targa beffa per Hemingway

«Qui in questa strada il 19 giugno 1985 non è successo nulla». Questa frase, che al primo sguardo, desta curiosità e ilarità, è scritta, incorniciata e murata alla destra del cancello di una villetta in via San Bernardo, 3 a San Ambrogio di Zoagli.
Chi sarà l'ideatore di questa burla? Chiediamo ai vicini di casa.
Non conosciamo il suo nome, ma sappiamo che vive a Milano, fa l'imprenditore e, per motivi di lavoro, ha viaggiato in giro per il mondo; caso vuole che abbia vissuto in molti paesi dove Ernest Hemingway ha soggiornato. Non vi era piazza, biblioteca ristorante che il nostro imprenditore milanese frequentasse, senza trovarvi una targa con l'assillante scritta, «Qui passò Ernest Hemingway», «Qui scrisse il romanzo Addio alle armi», «Qui ha pranzato l'autore de Il vecchio e il mare», «Qui Hemingway ha mosso i suoi primi passi come cronista del Kansas» City Star e tante altre. Le targhe, per l'industriale lombardo, erano diventate un'ossessione, non ne poteva più di quelle scritte e, tanto meno, delle decantate gesta che gli abitanti del luogo raccontavano dello scrittore, del suo stile di vita morale e fisica. Tornato nella sua villetta a San Ambrogio di Zoagli, una delle più belle località del golfo del Tigullio per la tranquillità e il fantastico panorama, l'imprenditore, non più assillato dalle targhe che ricordavano l'autore di «Per chi suona la campana», preso da un improvviso guizzo di umorismo e goliardia, scrive anche lui una targa con la fatidica scritta che inneggia al nulla, per ripicca a quelle insegne e alla decantata vita dello scrittore. Senza alcun dubbio, con questa goliardica battuta, scritta in bella vista all'ingresso della sua villetta, l'autore dello scherzo ha creato stupore e curiosità. Non rimane che aspettare l'estate, quando l'industriale verrà a godersi le vacanze, per chiedergli se questo scrittore non lo avesse già assillato sui banchi di scuola o fatto ripetere qualche esame di letteratura americana. Nella speranza che non ci rincorra tirandoci libri, magari di Hemingway.