Targhe alterne: oggi restano ferme le pari

Oggi terzo giovedì di targhe alterne in città: il divieto di circolazione programmato per 10 settimane, riguarderà tutte le auto con l’ultima cifra di targa pari (incluso lo zero). Veicoli, dunque, che dalle 15,00 alle 21,00 dovranno restare ferme nella fascia verde cittadina. Il divieto, nella stessa fascia oraria, riguarderà anche le auto non catalizzate e i vecchi diesel, mentre moto e motorini «euro 0» non potranno accedere e circolare nella ztl del centro storico. Le categorie alle quali sarà consentita la marcia, indipendentemente dalla targa, sono quelle non inquinanti ovvero le auto alimentate a Gpl e metano, a trazione elettrica o ibrida e quelle «euro 4». Via libera anche ai veicoli dei portatori di handicap e ai taxi. L’elenco completo delle categorie che possono circolare in deroga al divieto, può essere consultato sul sito www.assessoratoambiente.it. Il Campidoglio, informa una nota, ha potenziato del 20 per cento il trasporto pubblico e ha disposto verifiche più serrate da parte dei vigili urbani con 80 pattuglie dedicate ai controlli sul territorio. Nella prima giornata di targhe alterne, giovedì 19 gennaio, sono state elevate circa 2.500 multe a fronte di una diminuzione del traffico del 16 per cento. Giovedì 26 gennaio, dopo lo stop per le auto con targa dispari, le auto in circolazione sono diminuite del 19,8 per cento (Rilevazione Atac) e le multe contestate dai vigili urbani sono state 2.400. Oltre alle targhe alterne, il pacchetto di misure programmate dal Campidoglio, prevede altre due domeniche di blocco totale della circolazione, il 12 febbraio e il 19 marzo.