Targhe della riconoscenza alla scuola ebraica

Ieri il vicesindaco De Corato all’istituto Sally Mayer: «Ricordiamo le vittime della Shoah»

«Abbiamo il dovere di ricordare il passato e di trasmetterne la memoria», ha detto ieri, nel corso della celebrazione del Giorno della memoria, il vicesindaco Riccardo De Corato, che ha consegnato le targhe della riconoscenza alla scuola Sally Mayer, la prima scuola ebraica di Milano.
«Viviamo un momento storico delicato e particolare - ha commentato -, in cui la missione formativa della scuola assume un ruolo molto importante. Per questo è fondamentale che la scuola ebraica continui a trasmettere ai giovani i valori e le tradizioni della sua cultura».
Nel corso della commemorazione, a cui hanno partecipato il presidente della Comunità ebraica, Leone Soued, e il rappresentante dell’Ambasciata di Israele in Italia, Gal Mor, è stato trasmesso un video girato ad Auschwitz. «Il 27 gennaio, - ha ricordato De Corato -, giorno in cui è stato liberato il campo di concentramento più tristemente noto, ricorderemo le vittime della Shoah. Mi auguro che sia per tutti l’occasione per comprendere una delle pagine più cupe della storia e evitare così di commettere in futuro gli stessi errori».