Tariffa unica dall’aeroporto e controlli anti-abusivi

Un protocollo d’intesa consentirà ai vigili urbani del Git di Roma di entrare nel terminal Fiumicino

Istituzione di una tariffa unica aeroportuale per i taxi e possibilità per i vigili urbani del Git (gruppo intervento traffico) di Roma e per la polizia provinciale di entrare all’aeroporto di Fiumicino esclusivamente per verificare le irregolarità commesse da tassisti e da Ncc. Sono queste alcune delle novità contenute nel protocollo d’intesa che sarà stipulato oggi in prefettura e che sarà sottoscritto dal prefetto Achille Serra, dai sindaci Walter Veltroni e Mario Canapini (di Fiumicino), da Aeroporti di Roma e dalla direzione aeroportuale. Saranno presenti alla firma del protocollo anche l’assessore comunale Calamante, gli assessori provinciali Civita e Bozzi.
La tariffa unica consentirà agli utenti di pagare per le corse da e per l’aeroporto, a parità di chilometri percorsi, la stessa cifra sia che ci si trovi a bordo di un taxi di Fiumicino che di uno di Roma. Fino ad oggi infatti, chi saliva su un taxi di Fiumicino pagava un prezzo superiore: «Si tratta di una scelta - spiega Canapini - che fornirà certezza ai passeggeri e ridurrà gli abusi». Le irregolarità saranno accertate dunque da vigili urbani del Git di Roma e dalla polizia provinciale, che per la prima volta potranno entrare nell’aeroporto solo per svolgere questi accertamenti.
Tra le altre novità previste dal protocollo, l’istituzione di un tavolo che si riunirà ogni tre mesi e che sarà aperto a nuove proposte e che avrà il compito di verificare lo stato di efficienza dei servizi, l’efficacia dei regolamenti e delle procedure adottate.
«Il documento - dice ancora il sindaco di Fiumicino - è il frutto del lavoro del tavolo di concertazione avviato dal prefetto Achille Serra e dalle amministrazioni comunali di Roma e Fiumicino, che ha visto coinvolte anche le organizzazioni sindacali delle categorie interessate. L’obiettivo del protocollo è quello di migliorare l’efficienza dei servizi di trasporto pubblico non di linea e di abbattimento i fenomeni di abusivismo e illegalità, più volte manifestatisi presso lo scalo aeroportuale».