Tariffe: si parte da 3 euro al mese

da Milano

L’email in mobilità rappresenta per gli operatori di telefonia cellulare un nuovo eldorado. L’offerta per i consumatori è piuttosto eterogenea e varia a seconda degli operatori. La più competiva sembra essere quella di Wind. Con i-mode Mail Free, al costo di soli 3 euro mensili, è possibile inviare e ricevere e-mail con il proprio telefonino i-mode senza limiti. I clienti di 3 possono invece usufruire della formula X-Series che estende ai cellulari di terza generazione l’utilizzo di numerose applicazioni e funzionalità tipiche di Internet a banda larga (Skype, Yahoo, Google, eBay, Flickr, Windows Live, ecc...) e che include anche il servizio WWW3, ovvero la possibilità di consultare l’email via browser. Ha un costo di 9 euro al mese o 3 euro a settimana ma con soglie di 100MB/giorno (pari a 3GB/mese) di traffico dati, e-mail comprese. Vodafone Mail è la risposta del colosso britannico, basata sulla soluzione messaging Visto Mobile 5.5. La nuova soluzione permette di visualizzare sul proprio telefono fino a 6 caselle e-mail e grazie all’architettura ConstantSync, si interfaccia in tempo reale con le più diffuse soluzioni di e-mail personale e aziendale come POP3, IMAP, Microsoft Exchange e Lotus Domino. È in promozione al prezzo di 9,90 euro. Allo scadere della promozione il canone del servizio sarà di 15 euro al mese. Tim ha diverse soluzioni per i propri clienti, abbonati e prepagati. La più interessante è Maxxi Alice Mail. A fronte di un canone di 5 euro mensili si hanno a disposizione: 30 Mb per inviare e leggere e-mail dal proprio telefonino (apn ibox.tim.it); 100 minuti di chiamate gratuite verso il 49001 per ascoltare le e-mail ed i messaggi vocali ricevuti nella casella i.box/Alice Mail; 100 Mms per leggere/inviare la posta in mobilità con la soluzione mail via Mms; 3 Mb per navigare nel portale Wap Mail.