La tassa di accesso ora tocca ai petrolieri

La soluzione del ticket mira a ridurre il traffico e l’inquinamento senza affrontare il problema delle viabilità, penalizzando le classi meno abbienti, ma sembra destinata a prendere piede. Dopo Londra, Oslo, Stoccolma e Singapore e prima di arrivare a Milano, la tassa di accesso alla città sta sbarcando negli Emirati Arabi. Ad Abu Dahbi, dove la rete di trasporti pubblici è pressoché inesistente, la soluzione del ticket è in dirittura d’arrivo. Resta solo da fissare l’importo, che potrebbe essere particolarmente alto, visto che il traffico è composto soprattutto da ricchi petrolieri.