La tassa che cancella le vacanze in Liguria

Buen retiro, addio. Niente villeggiatura invernale al mite clima della Riviera. Molti gruppi di anziani delle regioni del Nord e dell’Emilia potrebbero presto scoprire che le loro ferie in fuga dalle nebbie e dagli inverni rigidi della pianura rischiano di essere cancellate. La colpa? Indovinate un po’? Delle nuove tasse del governo, naturalmente. E, in questo caso specifico, dei Comuni, che spingono per rimettere quella «tassa sul turismo» che era stata scongiurata in extremis nella scorsa finanziaria. Ora che qualcuno sussurra di riduzioni Ici, i Comuni dell’Anci chiedono a Prodi di trovare i soldi in qualche altro modo, in modo che le tasse mica vengono ridotte, ma solo spostate da una parte all’altra, da un nome all’altro.
Nella fattispecie, perché la Liguria dovrebbe tremare? Gli albergatori spiegano che a far di conto ci vuole poco. Nella nostra Regione arrivano spesso comitive di anziani durante la bassa stagione. Gruppi anche numerosi che «strappano» prezzi al limite del sottocosto, (...)