«Una tassa in più che non ridurrà lo smog»

Leoni, esperto di ambiente: «Il pedaggio avrà un impatto marginale» Caputo (Sdi) raccoglie firme per la consultazione al varco di Porta Venezia

Alcuni mezzi e categorie professionali sono esentati dal pagamento del ticket antismog, secondo il principio della pubblica utilità. Esentati innanzitutto i veicoli adibiti al servizio di trasporto pubblico di linea e non, cioè taxi, autobus, autonoleggio da rimessa con conducente e mezzi a noleggio con conducente per un massimo di 9 posti. Esentati anche i veicoli delle forze armate, forze di polizia e di polizia locale, mezzi della Croce rossa, autoambulanze, veicoli delle Asl, vigili del fuoco e protezione civile riconoscibili dalla targa speciale. Per quanto riguarda il personale degli ospedali sono esentati dal pagamento i mezzi di proprietà delle strutture ospedaliere e sanitarie, i mezzi privati del personale sanitario che li utilizza per motivi di servizio (in questo caso è obbligatoria la certificazione del direttore sanitario che attesti le ragioni per cui il mezzo è stato usato, cioè situazioni di emergenza o reperibilità). Chiedono deroghe anche i medici della mutua che debbano effettuare visite domiciliari a pazienti residenti nella Cerchia e che molto probabilmente la otterranno per «ragioni sanitarie». Sono esentati dal pedaggio anche i veicoli privati di agenti e forze dell’ordine che debbano raggiungere il posto di lavoro all’interno della Cerchia. Esentati, per ragioni di servizio, anche i vigili «comandati» (che dalla varie zone devono prestare turno serale al comando in piazza Beccaria) dalle 17,30 a fine servizio. Esenzione definita dalla categoria «ancora troppo restrittiva». Esentati anche i mezzi adibiti al trasporto degli alimenti freschi e dei cibi deperibili, (escluso dunque il trasporto dei fiori) per motivi di sicurezza sanitaria: in totale, circa, 500 camioncini. Esonerati anche i mezzi dei corpi consolari, i mezzi dei disabili che espongono il contrassegno e i mezzi adibiti al trasporto dei disabili.
Per tutti i residenti nella ztl della Cerchia dei Bastioni il Comune ha previsto un abbonamento annuale facoltativo valido a partire dalla data di attivazione con scadenza il 31.12 2008. A fini della richiesta di abbonamento, è equiparato ai residenti chi abita all’interno della cerchia, sia che abbia la casa di proprietà o in affitto e chi, pur abitando all’esterno della Cerchia, abbia un box o posto auto all’interno della ztl. I residenti possono anche chiedere un abbonamento annuale a condizioni agevolate per le vetture di proprietà e per non più di un’autovettura in leasing, a noleggio per almeno 6 mesi e aziendale concessa in uso esclusivo. L’abbonamento si può richiedere via card, web o numero verde. Card: la card è disponibile presso le rivendite autorizzate Atm (tabaccherie, edicole, Atm Point). Permette l’ ingresso giornaliero ed è disponibile in diversi formati a seconda della classe di inquinamento. A ogni card è abbinato un codice Pin di 12 caratteri. Per visualizzare il Pin è necessario grattare la parte argentata dietro retro della tessera. Per attivare l’abbonamento bisogna abbinare il codice identificativo presente sul biglietto alla targa. Web: coni servizi richiesta on line e attivazione on lines sarà possibile richiedere e attivare l’abbonamento dal 27dicembre. L’attivazione è subordinata al controllo della residenza del richiedente tramite invio del codice fiscale. Numero verde: chiamando il numero 800437437 (attivo dalle 7 alle 20, dal lunedì al sabato), è possibile richiedere l’abbonamento tramite carta di credito. La conferma dell’attivazione avviene via sms, via posta elettronica o mediante l’ascolto del messaggio di rilettura automatica.