Tassa sui rifiuti, 60 euro in più a famiglia

Un aumento di 60 euro a famiglia, a partire da gennaio, per la Tarsu l’imposta comunale sullo smaltimento dei rifiuti. Un rincaro, assicurano Letizia Moratti e l’Amsa, assolutamente indipendente dalle fusioni tra l’azienda dei servizi ambientali, l’Aem e la bresciana Asm, annunciate ieri dai sindaci delle due città. «Senza la fusione - replica il sindaco - sarebbe stato ben maggiore: 195 euro a famiglia: 53 di tariffa e 142 di una tantum per la costruzione del secondo termovalorizzatore. Così saranno solo 60». Ieri, dunque, la fusione. Un’operazione arrivata dopo nove mesi di trattative con Aem (la società dell’energia milanese) e l’Amsa (quella che si occupa di spazzamento, raccolta e smaltimento rifiuti) ora che si sono unite. E, insieme, hanno celebrato il matrimonio con l’Asm, la collega ipertecnologica di Brescia. «Un’aggregazione - le parole del leader della Cdl Silvio Berlusconi - fondata su importanti motivazioni strategiche e industriali».
Ieri un plauso bipartisan all’operazione, anche se i consiglieri tengono alta la guardia sugli aumenti delle tariffe dei rifiuti.