Tassa sulla casa, la sinistra la eleva al massimo

«Per pagare e morire c’è sempre tempo», dice il detto. Ma mai, forse, una simile indicazione è arrivata nientedimeno che da un assessore ai Tributi. «Inizialmente è meglio pagare il meno possibile perché i Comuni possono modificare le tasse sulla casa fino al 30 settembre», ha avvertito l’assessore Michele Scarrone del Comune di Cogoleto durante il consiglio comunale di martedì sera.
L’aria è tesa. All’ordine del giorno c’è il bilancio di previsione, ma soprattutto l’approvazione delle nuove aliquote Imu elevate al massimo dall’amministrazione di centrosinistra (contrari i consiglieri di opposizione Paolo Bruzzone, Francesco Biamonti e Roberto Pansolin) guidata dal sindaco Anita Venturi: 6 per mille sulla prima casa e 10,6 sulle altre abitazione (9,6 se l'immobile è locato). Una stangata. Anche se, «grazie alle rendite catastali molto più basse, i cogoletesi pagheranno meno della metà dei cittadini di Arenzano e Varazze anche nell'ipotesi in cui quei comuni applichino le aliquote base previste dal Governo», spiega l'assessore. Insomma, di male in peggio; ma questa volta per gli arenzanesi e i varazzini.