Tassa sulla spazzatura, a Napoli in tre anni è aumentata del 35%

Napoli ha visto crescere il costo medio che grava su ogni residente in città per il servizio di igiene urbana del 35% fino a quota 156,5 euro nel quadriennio 2003-2006. Periodo nel quale l’Asia, l’azienda per il settore ambientale del Comune, ha totalizzato perdite per 74,2 milioni di euro. È quanto si legge nella ricerca condotta dall’ufficio studi Mediobanca sui bilanci delle società controllate dai comuni in collaborazione con la Fondazione Civicum. Superiore a Napoli, sul fronte dei costi per ogni singolo residente, c’è solo la veneziana Vesta (185 euro) su cui gravano anche i rifiuti prodotti dall’ingente flusso di turisti.