Tassametri truccati cinque tassisti saranno processati

Cinque tassisti e un elettrauto andranno a processo per aver truccato il tachimetro dei loro veicoli, così da far lievitare le tariffe. Altri quattro, invece, hanno già patteggiato nei giorni scorsi la pena a quattro mesi di reclusione, convertita in una sanzione pecuniaria di quasi 5mila euro ciascuno. Si è conclusa così l’inchiesta condotta dal pm Stefano Civardi, che ha ipotizzato per i nove imputati il reato di truffa e uso di misure con falsa impronta. Le indagini, avviate la scorsa primavera dopo le denunce di alcuni conducenti di auto pubbliche, hanno portato alla scoperta del sistema architettato per imbrogliare i clienti. Al tassametro veniva collegato un apparecchio in grado di innalzare la velocità segnata dal tachimetro, gonfiando così le tariffe finali.