Tasse regionali e comunali: impennata record del 30%

da Roma

Nuovo scatto delle tasse locali: nei primi due mesi del 2005 hanno compiuto un balzo del 30,3%, oltre quattro volte di più del +6,9% fatto registrare dalle entrate fiscali dello Stato. Comuni e regioni hanno incassato in due mesi 3.368 milioni tra Irap, Irpef Regionale e Irpef Comunale: un valore che segna una crescita di 784 milioni di euro rispetto ai 2.584 milioni di incassi del gennaio-febbraio 2004. I dati non indicherebbero un aggravio deciso per via normativa, ma solo un maggior gettito.
A fare i conti delle entrate è il dipartimento per le politiche fiscali del ministero dell'Economia. Le entrate tributarie locali, che già avevano segnato un balzo nel 2003, si sono invece chiuse nel 2004 con un incremento dell'1%, con una crescita decisamente inferiore al +5% messo invece a segno dal gettito delle imposte dello Stato centrale. Il totalizzatore degli incassi gira velocemente soprattutto per le regioni che tra Irap e addizionale hanno incassato oltre 700 milioni in più in soli due mesi, con una crescita del 67,3% dell'Irpef regionale e del 18,6% dell'Irap. Ma, in proporzione, anche l'addizionale comunale non sfigura, con un incremento del 57%, che equivale a 73 milioni in più.

Annunci

Altri articoli