Tassi giù: mutui meno cari

Il tasso Euribor, quello al quale le banche si prestano gli euro tra di loro, è sceso in un mese di quasi un punto (dal 5,4% al 4,5% attuale). La discesa è stata inferiore a quella del tasso di riferimento della Banca centrale europea, tagliato di un punto nel giro di un mese ma, secondo gli esperti, la tendenza è ormai quella della discesa.

Una boccata d'ossigeno per l'economia ma, in particolare, per chi ha un mutuo a tasso variabile. Già così, per un ipotetico finanziamento decennale da 100mila euro, si tratta di circa 48 euro di risparmio al mese. Ma se con l'allentarsi della stretta creditizia il tasso interbancario tornerà al livello fisiologico di 20-30 centesimi di punto superiore al tasso Bce, il risparmio per un finanziamento da 100mila euro sarà di quasi 100 euro al mese. Ancora di più, naturalmente, se i tassi Bce scenderanno.