«Tassi-Stop», Banca per la Casa fa sul serio

Giamboi: «Così vi mettiamo al riparo dagli imprevisti»

Luisa Parer

Banca per la Casa, la banca specializzata nei mutui alle famiglie del gruppo UniCredit, ha messo a punto un nuovo servizio per i clienti, in grado di offrire in qualsiasi momento una risposta concreta a fronte di eventuali prospettive di rialzo significativo dei tassi.
Si chiama opzione «Tassi-Stop» e sarà disponibile entro la fine di marzo. Con questo nuovo servizio i clienti di Banca per la Casa, che hanno un mutuo in essere a tasso variabile, potranno proteggersi da un eventuale rialzo dei tassi senza dover cambiare mutuo o rinegoziarlo.
Per i nuovi clienti, invece, l’opzione «Tassi-Stop» offre la possibilità di poter contare su una protezione temporanea attivabile in qualsiasi momento. Il cliente, infatti, può decidere di usufruire di questa opportunità, oggi, se teme un forte rialzo dei tassi a breve o, più avanti, quando lo riterrà necessario sulla base di futuro andamento di mercato.
Il servizio offerto da «Tassi-Stop» consiste, in pratica, nella possibilità di porre al tasso variabile un tetto massimo oltre il quale quest’ultimo non potrà andare. Il tetto può avere due durate, 5 o 10 anni.
Alla scadenza del periodo il cliente sceglierà se rinnovare l’opzione o, se i tassi nel frattempo fossero diminuiti o stabilizzati su valori bassi, potrà anche non rinnovarla e risparmiare sul costo del mutuo rispetto a un tasso fisso o a un normale mutuo Cap. Uno strumento, quindi, di contenimento del rischio che ha un costo sempre inferiore al tasso fisso e del tradizionale tasso variabile con Cap. Il costo dell’opzione «Tassi-Stop» di Banca per la Casa è pari a 140 euro per ogni 10mila euro di capitale residuo per cinque anni per un cliente attuale e di 370 euro per ogni 10mila euro di capitale residuo nel caso di durata dieci anni. La differenza di costo tra fisso e variabile è oggi di circa 130 euro all'anno per 10mila euro di capitale. Il costo del servizio viene aggiornato mensilmente nel sito www.bancaperlacasa.it.
«Crediamo - sostiene l’amministratore delegato di Banca per la Casa, Pasquale Giamboi - di aver offerto a tutta la nostra clientela un servizio di copertura dal rischio tasso flessibile, attivabile quando serve, rinnovabile e con un rapporto costi/benefici più conveniente per il cliente rispetto a un tasso fisso o a un tasso variabile con Cap».