Tassista rapinato e ferito Come bottino un cellulare

Ieri, in via Padova, un tassista è stato rapinato e ferito con un’arma da taglio. Il malvivente è salito sul taxi di Antonio C., 44 anni, una Fiat Croma, alle 4.30 di ieri mattina all’angolo tra via Padova e via Cavezzali e ha chiesto di esser portato in via Bengasi. Dopo poche centinaia di metri però l’uomo - un italiano tra i 25 e i 30 anni, calvo e di corporatura robusta - ha estratto un coltello e lo ha puntato all’orecchio destro del tassista ferendolo e intimandogli di consegnare il contante. Antonio C. ha fermato l’auto e si è scagliato sul sedile posteriore contro il rapinatore. Ha afferrato il braccio del ragazzo cercando di disarmarlo, poi è riuscito a scendere dall’auto e a fuggire dopo aver ricevuto altre due coltellate al capo e dall’esterno ha visto il 25enne spostarsi sul sedile del conducente e rovistare nel cassetto della vettura per poi scendere e fuggire. Magro il bottino: l’unico oggetto portato via dalla macchina è stato il cellulare del tassista. La polizia ha ritrovato sul taxi un manico di coltello insanguinato, ma nessuna traccia del rapinatore, che si è dato alla fuga a piedi. Il tassista è stato portato per accertamenti all’ospedale San Raffaele.