Il tassista tratta con la Cdl Poi va sinistra

«Quando era prefetto già vedevo in Bruno Ferrante una posizione politica che condividevo e in cui mi riconoscevo perfettamente». Pausa. «La mia candidatura ha dietro di sé tutto il peso di una categoria, quella dei tassisti, che offre un servizio utile a Milano». Raffaele Grassi, classe 1955, è candidato al trentunesimo posto della lista dell’ex inquilino di corso Monforte ed è il presidente del Satam ovvero uno dei sindacati delle auto bianche meneghine.
Presidente che promette «il peso di una categoria» ovvero i voti. Ferrante sorride e stringe la mano, naturalmente. Ignora che il Satam ha però già siglato un patto a nome della categoria con Letizia Moratti, che prevede la normativa sulle collaborazioni familiari e la liberalizzazione dei turno. Come dire: «il peso di una categoria» è già stato incassato.