Tassisti e noleggiatori sul sentiero di guerra

I tassisti e i noleggiatori si schierano contro le proposte di modifica della legge numero 7 del 2005 in materia di trasporto pubblico. In una nota congiunta, le associazioni di categoria e i sindacati Fit-Cisl, Ugl, Ata-Casartigiani, Ait, Unica, Cgil, Claii Taxi, Uti, Radiotaxi 3570, Legacoop, Cna, Uil Trasporti, hanno spiegato le motivazioni dei loro dissensi. «La Giunta regionale - si legge nella nota - ha già approvato all’unanimità le modifiche di 12 articoli su 18 della legge numero 7 del 2005. Con queste modifiche di fatto si legalizzerebbero i noleggiatori che risiedono fuori Roma e che fino ad oggi hanno operato illegittimamente sul nostro territorio».