Tassisti e professionisti in piazza contro Prodi

Riesplode, e tocca temperature al calor bianco, la protesta dei tassisti genovesi contro il decreto Bersani sulla cosiddetta «liberalizzazione», ma nel frattempo sale anche la reazione delle varie categorie di professionisti - avvocati e commercialisti in testa - che fanno muro e promettono iniziative di lotta per far decadere in parlamento i provvedimenti annunciati dal governo Prodi. A tenere alta la tensione, con tanto di manifestazioni di piazza, cortei e blocchi della circolazione in molte parti della città sono stati, anche ieri, i titolari di licenza di auto pubblica, decisi a opporsi a quello che considerano un vero e proprio attentato alla sopravvivenza della categoria. Fin dalle prime ore del mattino, dunque, i tassisti si sono messi al volante, ma invece di assicurare il normale servizio, hanno formato un corteo di decine di auto bianche in movimento nel centro cittadino, procedendo a velocità rallentata, suonando i clacson e provocando una serie di disagi alla circolazione. Lungo l’itinerario via Venti Settembre, De Ferrari, via Gramsci, Stazione Marittima e ritorno, (...)