Tasso e conto di deposito

Il conto deposito è un prodotto di risparmio, una sorta di «salvadanaio elettronico», per fare fruttare la liquidità. È pensato per chi vuole impiegare la propria liquidità ottenendo un buon rendimento senza correre rischi e mantenendo la la completa disponibilità del capitale in ogni momento. Solitamente è a costo zero e non ha importo minimo di deposito. In alcuni casi non si paga nemmeno l’imposta di bollo.
Il conto di deposito si appoggia ad un conto «predefinito»: si tratta di un conto corrente pre-esistente presso un’altra banca e che il cliente potrà utilizzare per alimentare e ricevere le somme precedentemente depositate sul proprio conto deposito.
I tassi di interesse possono, invece, essere attivi o passivi. Con il termine interessi attivi si indica la remunerazione che si riceve quando si presta o si investe denaro, mentre gli interessi passivi sono il prezzo che si paga per avere soldi in prestito. Entrambi sono calcolati in base a un tasso percentuale, fisso o variabile, sull’ammontare erogato o investito.