Tata, auto robuste e a buon prezzo Italia come partner

Importatore per la casa indiana è Melian. L’offerta ha come punta di diamante il nuovo Pick Up Qualità e tre anni di garanzia

Tra le case automobilistiche dei Paesi emergenti, Tata (importatore per l’Italia è la società Melian, presieduta da Adriano Doriguzzi con Julia Wilson ad e direttore generale) è quella che più si è distinta sinora per la concretezza delle proprie proposte, il costante e graduale miglioramento sia quantitativo sia qualitativo e l’adeguatezza dei prodotti rispetto ai mercati di riferimento. Non a caso, la Fiat ha scelto l’azienda indiana come partner per ampliare la propria presenza fuori dall’Europa. Per Tata l’alleanza con il Lingotto costituisce anche un importante riconoscimento della propria esperienza nella realizzazione di particolari veicoli come il Pick Up, che presto sarà prodotto e commercializzato anche in Sudamerica con il marchio torinese.
Intanto, questo versatile mezzo da lavoro è una delle punte di diamante della gamma di modelli Tata importati in Italia. L’offerta prevede versioni a cabina singola o doppia, a passo normale oppure lungo e con trazione posteriore oppure a quattro ruote motrici con riduttore delle marce. La spinta arriva da un moderno 4 cilindri turbodiesel di 2.2 litri a iniezione diretta common rail, erede dell’ormai vecchio 2.0. Il nuovo propulsore eroga 140 cavalli di potenza a 4mila giri e mette a frutto la disponibilità di ben 320 Nm di coppia massima tra i 1.700 e 2.700 giri al minuto. Le quattro valvole per cilindro, il sistema di iniezione multipla Delphi con pressione di alimentazione a 1.600 bar, il turbocompressore a geometria variabile e i doppi condotti nel collettore di aspirazione con regolazione a farfalla sono tra le principali caratteristiche di questo motore di ultimissima generazione, abbinato a un docile cambio manuale a cinque marce e omologato secondo le norme antinquinamento Euro 4.
La base meccanica del Pick Up 2.2 Dicor 16V prevede sospensioni anteriori a ruote indipendenti con barra di torsione e posteriori ad assale rigido con molla parabolica. L’impianto frenante con servoassistenza idraulica prevede dischi autoventilanti sulle ruote anteriori e tamburi su quelle posteriori. Tutte le versioni hanno il cassone in acciaio ad alta resistenza con doppia protezione e, pavimento nervato. Inoltre, la sponda posteriore con maniglia centrale è apribile di 90 gradi. Il Pick Up Tata non teme confronti sia per la capacità di carico (fino a 1,88 metri di lunghezza del cassone e oltre 900 chili di portata utile) sia per il comfort di marcia offerto da un abitacolo con sedili anteriori a poltrona e posteriori (nella versione doppia cabina) a panchetta, rivestimenti in tessuto particolarmente resistente all'usura e quadro strumenti con elementi circolari a fondo bianco facilmente leggibili. Chiusura centralizzata e servosterzo con volante regolabile sono di serie, mentre la radio e il climatizzatore sono disponibili optional. In after-market si possono avere, inoltre, utili accessori come l’hard top, le pedane laterali, roll bar e bull bar. Tutte le versioni del Pick Up Tata possono essere equipaggiate con sponde del cassone in alluminio, fisse o ribaltabili. Per varie trasformazioni, è disponibile inoltre una versione autotelaio cabinato. Da non sottovalutare, il listino interessante e la garanzia di tre anni.