Tata fa i complimenti e chiede lumi sulla cedola

Ratan Tata, il tycoon indiano al comando dell’impero omonimo e partner industriale della Fiat, ha partecipato al cda del Lingotto collegato in videoconferenza dal suo ufficio. «Mi complimento per i risultati ottenuti», ha commentato rivolto a Luca di Montezemolo e Sergio Marchionne. Nessun accenno, invece, sui tempi, ormai imminenti, di chiusura delle trattative con Ford per le acquisizioni di Jaguar e Land Rover. Nel momento in cui all’ordine del cda era l’ammontare del dividendo da proporre all’assemblea di fine marzo, Tata si è fatto spiegare il motivo per il quale in Italia è sulla base del bilancio civilistico che si calcola la cedola da distribuire ai soci. Al Salone di Ginevra, a marzo, Tata Motors presenterà per la prima volta in un Paese occidentale Nano, la vettura da 1.700 euro.