«Tata Nano in Italia ma a 5-6mila euro» Possibili motori Fiat

da Milano

Quando Tata Nano approderà in Europa, ma non prima dei prossimi 18-20 mesi, non potrà più chiamarsi low cost. Per acquistare l’auto in questo momento più economica sul mercato occorreranno molto di più dei 1.700 euro (2.500 dollari) con cui la people car è proposta in India. «Se sarà deciso di vendere Nano anche in Italia - spiega Giulia Wilson, vicepresidente e ad della società importatrice Melian - il prezzo potrebbe oscillare tra 5mila e 6mila euro. La vettura ha già superato i crash test frontali e per essere ammessa al mercato Ue dovrà sottoporsi anche alla prova di resistenza agli urti laterali». Il prezzo europeo della Nano deriverà, oltre che dai costi legati al trasporto, dall’applicazione degli apparati sulla sicurezza e il contenimento delle emissioni, come l’inserimento delle barre antisfondamento e dei sistemi elettronici di uso comune (Abs e Airbag). Per non parlare del condizionatore. Il minimo, insomma, per poter vendere un’auto in un Paese occidentale. Non è escluso, inoltre, che la stessa Nano possa montare motori Fiat, gli stessi, a esempio, che la nuova Tata Indica, presentata a New Delhi e che insieme alla people car debutterà in marzo anche a Ginevra, avrà in dotazione: il Multijet 1.3 e il benzina 1.2. Nano, quindi, potrebbe approdare sui mercati occidentali ponendosi a un livello di prezzo sotto quello di Fiat 600 (7.200 euro) e Daihatsu Cuore (7.800 euro). Ma la sua vera forza deriverebbe, paradossalmente, dalle «umili» origini. Un po’ come accade a Parigi dove la «brutta» Logan fa tendenza tra le signore del jet set.