Tav, il governo procede ad alta velocità

I lavori per l’alta velocità non si fermeranno. Lo assicura il presidente del Consiglio Berlusconi: il governo spiegherà ai valligiani la bontà dell’opera e convincerà i contestatori che ora sono strumentalizzati dalla sinistra. Ancora nessuna parola chiara da parte del leader dell’Unione Prodi che dice sì ai lavori ma vuole coinvolgere gli enti locali. Ieri sulla protesta anti-Tav ha lanciato l’allarme il ministro Pisanu che ha parlato di rischio eversione: «Si temono attentati alle Olimpiadi del 2006, impiegheremo 9mila agenti».