A tavola con la nutrizionista, quando mangiare non è peccato

I peccati di gola sono il male nero della nostra linea? E chi lo dice?

I peccati di gola sono il male nero della nostra linea? E chi lo dice? Non certo Valentina Guttadauro, biologa, farmacista ospedaliera e dottore magistrale in Scienze della nutrizione umana (valentina_guttadauro@libero.it), che grazie alla sua esperienza universitaria, con il suo secondo libro "A tavola con la nutrizionista" (il primo era del 2012 dal titolo "Mangia bene che ti passa") svela piccoli gustosi trucchi per mangiare senza peccato.
L'invito è quello di portare nei propri piatti colore, allegria, genuinità e molta, molta fantasia. La nostra vita quotidiana, le nostre solite routine, le abitudini ci mettono davanti a questa constatazione, ogni giorno, e come nel lavoro, nelle relazioni sentimentali, lo stesso vale nella nutrizione: ci vuole fantasia.
Bisogna divertirsi anche a tavola, reinventarsi quel sapore che tanto ci piace ma che ingerito ogni giorno perde di gusto. Spiega, inoltre, come arricchire pietanze senza la paura di arrotondare zone del nostro corpo che soprattutto durante l'estate, vorremmo quasi perfette, per non sentire il disagio che si avverte quando scopriamo al sole, sulla spiaggia, una silhouette che non ci dona serenità.
Un buon rapporto con il proprio corpo conferisce una sicurezza maggiore in ogni circostanza. Valentina lo ha capito molto bene e con questo libro lo spiega a tutti, illustrando dettagliatamente le funzioni dei vari alimenti, donando preziosi consigli da seguire, partendo da un'oculata spesa fino allo svelare allettanti ricette, ben novanta, suddivise per ogni esigenza e gusto.
Un libro di idee facili e divertenti da utilizzare in cucina per stare in forma. "Il cibo - spiega - deve essere un piacere ma anche il punto vita deve rimanere visibile. E se a mangiare si impara fin da piccoli, a cucinare si può imparare anche da grandi perché la dieta non è una restrizione calorica ma un sano stile di vita... E allora perché non farsi travolgere da una ventata di buon umore mangiando sano e equilibrato?".
C'è una parte teorica e una parte pratica. In quella teorica la nutrizionista Guttadauro racconta "molte verità sul cibo e soprattutto quale cibo utilizzare e perché poi lo andiamo a comprare e mettere nel nostro carrello. Meglio una spesa più salutare e forse anche un po' più economica. Da questi alimenti che vengono trattati nella parte iniziale, e quindi teorica, passiamo a un nuovo utilizzo della nostra cucina, una cucina sempre molto veloce, molto rapida e molto salutare. E comunque gustosa. Impariamo a mangiare e non avremo problemi né di chili e né di salute".
Il lettore può sbizzarrirsi a preparare queste 90 ricette, alcune con effetto drenante, oppure vegetariane, a base di seitan e tofu, con poco colesterolo o poche calorie. Una sezione speciale è riservata ai dolci peccati di gola per i palati più golosi. Imparare ad utilizzare gli alimenti in modo corretto, aiuta a mangiare bene senza sentirsi in colpa per la linea.
Da citare con lode "I bicchierini di tiramisù all'arancia", un dolce solitamente annoverato tra i killer della linea, ma che con delle piccole accortezze diventa una gustosa coccola che possiamo regalarci. Un consiglio sono i gustosissimi "Involtini di lattuga" con all'interno anche la prelibata pianta erbacea quinoa della quale Valentina spiega tutte le proprietà.
Preziosi consigli da seguire, insomma, soprattutto per capire, come dice l'autrice, che il buon mangiare senza ingrassare esiste e che soprattutto non ne dobbiamo avere paura. Il cibo è nutrimento, è salute. "Basta trovare il giusto compromesso fra la qualità della propria vita e la quantità del cibo", spiega Valentina.
Chi deve comprare questo libro (disponibile a 10 euro solo online su eBay)? "Tutti lo devono comprare, perché tutti mangiamo, tutti ci vogliamo nutrire e nessuno però vuole ingrassare. Non abbiate paura di mangiare, l'importante è sapere cosa mangiare". Parola di nutrizionista.
(ha collaborato Veronica Cipriani)