Una tavola rotonda sul mercato della cultura

L’associazione per l’Economia della Cultura presieduta da Vittorio Ripa di Meana e l’amministratore delegato del teatro Eliseo Vincenzo Monaci presentano la tavola rotonda «Più trasparenza nella cultura, nello spettacolo, nei media», che si terrà questo pomeriggio alle 16 presso il Piccolo Eliseo. La tavola rotonda indagherà il ruolo di sempre maggior rilievo che le arti, lo spettacolo e i media stanno acquisendo nell’ambito della crescita economica e sociale delle società industriali. A fronte di questa crescita, però, gli strumenti di analisi e di conoscenza dei fenomeni culturali sembrano essere ancora oggi inadeguati: analizzare la cultura anche dal punto di vista delle risorse finanziarie a disposizione, dei costi sostenuti, della domanda e dell’offerta, delle possibilità di lavoro, oggi è divenuta un’attività necessaria allo scopo di monitorare e valutare i risultati delle politiche pubbliche e garantirne una maggiore trasparenza. Richiamare l’attenzione della prossima legislatura sull’urgenza di investire nella costruzione di un efficace sistema informativo sulla cultura è il tema su cui sono stati chiamati a discutere, tra gli altri, Antonio Catricalà, presidente dell’Antitrust, Daniela Benelli, assessore alla Cultura provincia di Milano; Antonio Brunetti, direttore servizio sistemi informativi della Siae, Saverio Gazzelloni dell’Istat, Alberto Francesconi dell’Agis, Carlo Fuortes, amministratore delegato di Musica per Roma; Salvatore Nastasi, direttore generale per lo Spettacolo dal vivo del ministero dei Beni culturali e Giorgio van Straten presidente Azienda Speciale Palaexpo.