Tavolo Cdl per il bilancio 2006

A Palazzo Marino comincia una settimana di confronti interni alla maggioranza sul bilancio preventivo 2006, con «una dichiarazione di disponibilità» verso l’opposizione. Per venerdì è prevista l’approvazione in giunta del bilancio di previsione (che dovrebbe essere di circa un miliardo 960 milioni) e l’intenzione della maggioranza è arrivare all’appuntamento avendo messo «nero su bianco» eventuali osservazioni dei partiti della Cdl perché possano essere da subito valutate e accolte dalla giunta, senza passare poi in aula per la trafila degli emendamenti. «Ora - spiega Manfredi Palmeri, capogruppo di Fi - raccoglieremo le indicazioni dei singoli consiglieri su eventuali spese e capitoli di spesa dei vari assessorati, poi martedì faremo il punto. In questo percorso ci rendiamo disponibili a un confronto con l’opposizione su temi che ritenessero utili per la città». Dopo il passaggio in giunta, l’intenzione è discutere di bilancio in commissione entro ottobre e poi «portare il provvedimento in consiglio a novembre con la possibilità di approvarlo anche prima di quanto avvenne lo scorso anno, quando l’approvazione fu a dicembre». «Ottimista» sul voto prima della fine dell’anno ed evitare così di dover da subito inserire i tagli della finanziaria agli enti locali, anche Stefano Di Martino, capogruppo di An. «È interesse di tutti evitare i tagli. Vedremo quali argomenti inserire nei capitoli di bilancio». In particolare, An «darà la priorità alla cultura, alla sicurezza, alle case popolari e allo sport».