Tavolo Milano a Roma, ma Prodi non c’è

È arrivato il giorno in cui si vedrà se il governo manterrà i molti impegni presi con Milano. A Roma si riunisce il tavolo Milano bis, ultima scadenza utile perché le parole diventino fatti in Finanziaria. Ma al momento non è neppure prevista la partecipazione di Prodi, che ha delegato il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Enrico Letta. Dal centrosinistra un’altra defezione: il presidente della Provincia, Filippo Penati, è intenzionato a disertare l’appuntamento romano. I dubbi serpeggiano anche a Palazzo Marino e al Pirellone. «Nelle parole di Prodi ho visto segnali positivi. Vedremo» le parole della Moratti dopo le ultime dichiarazioni del premier, rassicuranti sull’uguale trattamento per Roma e Milano in tema di ferrovie e metropolitane. «Prodi si è impegnato, dicendo che il governo c’è» il commento di Formigoni. In ballo ci sono Pedemontana, Bre.Be.Mi e Tem, le metropolitane milanesi e Malpensa, la sicurezza. «Il problema di Malpensa sono i collegamenti» ha ammesso Prodi. «La questione è che le infrastrutture che servono l’aeroporto non sono tra le priorità messe nero su bianco dal governo - spiega Cattaneo -. Servono impegni seri e tempi definiti per la Lombardia e per Malpensa».