Taxi, 85 euro per Malpensa: costa più dell’aereo

L’accordo con la Regione sulla tariffa fissa prevede incrementi medi
del 2,5% con il picco della tratta per l’aeroporto che aumenta di 15
euro. Stesso prezzo per due anni

È dura non parlare di stangata quando il taxi Milano-Malpensa aumenta di 15 euro. «Semmai è una stanghetta» sminuisce l’assessore lombardo ai Trasporti Raffaele Cattaneo. «I mass-media parlano sempre di stangata, ma è il solito ritornello», ribattono i tassisti.
Sarà. Fatto sta che per arrivare all’aeroporto di Malpensa i milanesi dovranno sborsare una tariffa fissa di 85 euro. Aumenta anche il percorso dalla fiera di Rho, da 55 euro a 60. E da Malpensa a Linate, da 85 a 95 euro. Contro un Malpensa Express dalla stazione di Cadorna che costa 11 euro a tratta.
Un bel salasso che tuttavia viene in parte compensato da due buone notizie: le tariffe non subiranno altri aumenti fino al 2010 e aumenterà la qualità del servizio. Ci saranno tassisti che parleranno l’inglese, auto bianche a motore ecologico, dispositivi per il pagamento elettronico a bordo. Così è stato deciso nell’accordo raggiunto ieri notte tra sindacati e Regione Lombardia che scongiura il rischio dello sciopero annunciato per oggi. Una trattativa cominciata alle 10 del mattino con un autentico muro contro muro e conclusa dopo l’una di notte con un compromesso, firmato a denti stretti. «Nessuno è tornato a casa stappando lo champagne - sintetizza lo stesso Cattaneo - e nessuno è andato via con la coda tra le gambe». Per il 2007 è previsto un aumento forfettario del 3,5 per cento. «Sì - precisano i tassisti -. Ma l’aumento reale è del 2,5 per cento». Sulla tariffa fissa, la Regione ha ceduto ai tassisti cinque euro in più rispetto agli 80 che voleva come tetto massimo: all’inizio delle trattative i sindacati chiedevano 120 euro per rientrare di tutti i costi.
«L’accordo - aggiunge l’assessore alla Mobilità Edoardo Croci - non accontenta pienamente nessuna delle due parti, ma almeno c’è. Vogliamo rendere il servizio taxi più appetibile e ci stiamo preparando per avere un servizio adeguato per l’Expo 2015». Si passa subito alla parte pratica. Già ieri mattina Cattaneo ha firmato una delibera da 1,4 milioni di euro per incentivare i tassisti a passare a un’auto ecologica. «Il contenimento delle tariffe - tengono a precisare i sindacati - deve passare attraverso il contenimento dei costi, che per noi restano sempre altissimi, carburante per primo». E per ora i costi restano alti anche e soprattutto per i passeggeri. «Costa meno un volo low cost per Helsinki - ironizza Marcello Saponaro dei Verdi - che un taxi da Malpensa a Milano».